L’odierna tendenza di dotare le imbarcazioni da diporto (dislocanti, semidislocanti, semiplananti e plananti) di impianti di pinne stabilizzatrici è diventata, in questi ultimi anni, un’esigenza pressochè irrinunciabile.

STABILIZZAZIONE ALL’ANCORA S@A

Normalmente la stabilizzazione è ottenuta con l’impiego di due o quattro pinne attive. E’ convinzione che tali pinne abbiano effetto solo quando l’imbarcazione è in navigazione. Ciò nonostante, dopo intense ricerche, VT Naiad Marine è stata la prima Società ad impiegare con successo le pinne per ridurre il rollio quando l’imbarcazione è all’ancora. In collaborazione con il Marine Institute di Amsterdam, VT NAIAD MARINE ha progettato il primo sistema STABILIZATION AT ANCHOR – S@A. Nel 1998, questo rivoluzionario sistema è stato installato per la prima volta sul motoryacht BOADICEA, avente lunghezza 71 mt. VT Naiad Marine è orgogliosa di essere stata pioniere ed avere implementato una tecnologia innovativa, che estende le prestazioni ed il comfort dei sistemi tradizionali di stabilizzazione anche con imbarcazione all’ancora.
Questo sistema è adatto per imbarcazioni con lunghezza da 25 a 75 mt. Il primo sistema di Stabilizzazione all’ancora installato in Italia è a bordo del M/Y DIONEA, 52 mt interamente ristrutturato.
Principi operativi: nel sistema S@A, il rollio è controllato da un sistema di rilevatori ‘three terms’ (angolo, velocità, accelerazione di rollio). Il segnale, inviato dai sensori all’unità di controllo, è completamente proporzionale, del tipo ‘adaptive’. Tale segnale è rielaborato e trasformato in segnale calibrato in grado di pilotare le servovalvole, provocando così il movimento delle pinne.
Con una temporizzazione accurata del movimento (accelerazione, velocità angolare e decelerazione), si ottiene una forza in grado di contrastare il rollio dell’imbarcazione all’ancora. Per evitare l’operatività del sistema in caso di angoli di rollio molto ridotti, nell’unità di controllo è incorporato un sensore di soglia angolare. In questo modo, le pinne agiscono meno ‘nervosamente’, minimizzando quindi la rumorosità e l’inutile usura dell’impianto.

NUOVE COSTRUZIONI

La navigazione, se unita ad un alto livello di comfort per Armatore, Familiari, Ospiti e, non ultimo, Equipaggio, aumenta notevolmente il piacere di andare in mare anche in condizioni avverse. La domanda sempre crescente di impianti di stabilizzazione è legata da un lato alla tendenza ormai consolidata da parte dei cantieri di costruire imbarcazioni di dimensioni sempre maggiori, dall’altro al forte incremento di mercato dovuto anche all’esplosione del settore charter.

RETROFIT/ AGGIORNAMENTI

Anche da parte degli Armatori e Comandanti di imbarcazioni già in esercizio, risulta crescente l’interesse per possibili retrofit di impianti stabilizzatori, mentre coloro che ne sono già dotati richiedono spesso l’aggiornamento dei sistemi di controllo. Proprio quest’ultimo è infatti il cuore del sistema e grossi passi in avanti sono stati compiuti in questi ultimi anni, consentendo una navigazione tranquilla anche nelle condizioni di mare più difficili.
Negli ultimi anni sono sempre più frequenti le richieste di conversione di impianti stabilizzatori in nuovi impianti all’ancora. Samos ha portato avanti con successo numerose conversioni.

SAMOS offre la più vasta gamma di pinne idrodinamiche da 0.3 mq. ad oltre 6 mq. Caratterizzate da conformazione piana e laminata, testata ed ottimizzata nel corso degli oltre 25 anni di attività, le pinne VT Naiad Marine garantiscono la massima spinta con la minima reazione di sbandamento, oltre ad una ampia gamma di angoli e velocità di operazione.
Caratteristiche principali delle pinne sono la costruzione accurata e la ricercatezza dei materiali; ciascuna pinna è infatti realizzata con guscio esterno in fiberglass composto e riempita con speciale schiuma sintetica monocellulare, particolarmente adatta all’impiego marino. Una struttura in acciaio inox lavorata di precisione è sistemata all’interno e permette la rapida installazione delle stesse, con una ampia gamma di posizioni radiali. Le pinne sono inoltre totalmente intercambiabili.
Per le imbarcazioni di maggiori dimensioni VT Naiad Marine produce pinne d’acciaio disegnate secondo le esigenze dell’imbarcazione.